.

La nuova "Frequenza Multipla" con doppia codifica di CasaSicura.it

Le centraline Siqura Doppia e Tripla Frequenza hanno al loro interno due ricevitori radio, uno centrato sulla frequenza 433.92Mhz e l'altro sulla frequenza 868.35Mhz. Tuttavia le bande passanti teoriche coprono le frequenze dalla 433.90Mhz alla 434.00Mhz, e dalla 868.25Mhz alla 868.45Mhz.

Ma l'aspetto più importante riguarda la funzionalità da parte di questa centralina di ricevere segnali con codifiche differenti. Ovvero la possibilità di avere una maggiore compatibilità con sensori e dispositivi di varie marche selezionate, oltre ovviamente ad una maggiore sicurezza potenziale rispetto ai nostri sistemi che utilizzano un solo range di frequenze.

Ad esempio, questa è la classica doppia frequenza:


 

Nell'immagine esemplificativa in alto, il sensore invia un segnale radio alla centralina su due frequenze lontane e distinte: il range dei 434Mhz e 868Mhz. Ciò garantisce una sicurezza maggiore rispetto ad un sistema a singola frequenza in quanto, in caso di disturbo di una frequenza, il segnale passa dall'altra. E se entrambe le frequenze sono bloccate e il tentativo di "mascheramento" radio viene riconosciuto, si attiva il sistema "antijamming".

La "frequenza multipla", invece, prevede che un dato sensore compatibile con tale tecnologia trasmetta sempre sulle medesime classi R&TTE delle onde radio della "normale" doppia frequenza (genericamente definite 434+868Mhz) ma, ed è questa la grande novità, con due codifiche differenti: una codifica sul range 434Mhz (433.92Mhz con tolleranza fra 433.90Mhz alla 434.00Mhz), una codifica diversa sulla 868Mhz (868.35Mhz con selettività fra la 868.25Mhz alla 868.45Mhz).


Più esattamente, i nostri sensori compatibili con tale tecnologia utilizzano la codifica "LRN code" sul range di frequenze R&TTE 434Mhz e la codifica "Cryptocode" sulla
R&TTE 868Mhz, come segue:



 
 

L'immagine esemplificativa ci aiuta a comprendere meglio. Si vedono le onde radio uscire dal sensore ed arrivare alla centrale. Viaggiano su due frequenze diverse ma anche il modo in cui il segnale è codificato è diverso fra le due frequenze, cosa -quest'ultima- che non avviene con un normale sistema a doppia frequenza.

L'importanza di questa soluzione tecnica è, in particolare, come detto, quella di offrire una maggiore compatibilità fra la centrale di allarme e i vari modelli di sensore. 

In ogni caso è bene ricordare che tutti i sensori presenti sul sito casasicura.it, anche quelli che non utilizzano la tecnologia sopraindicata, sono compatibili con le nostre centraline siqura "frequenza multipla" e tripla frequenza.


Qualcuno potrà notare che vendiamo anche sistemi a tripla frequenza, tra l'altro più costosi di quelli a "frequenza multipla". E quindi la "frequenza multipla" non è meglio della tripla come si potrebbe intuire? In realtà, concettualmente la tripla frequenza è superiore alla nostra "frequenza multipla". In sintesi, nella nostra "frequenza multipla" viene utilizzata una codifica su un range di frequenza, ed una codifica sull'altro range. Nella tripla frequenza, nel range 868.25Mhz alla 868.45Mhz le codifiche riconosciute sono due e non una. 


La tecnologia "frequenza multipla" con doppia codifica è sviluppata da Casasicura.it, è una nostra esclusiva ed è oggetto di deposito di brevetto! La troverai solo da noi!